Interviste. David Leavitt «La narrativa italiana non sfonda all’estero»

Lo scrittore compra casa a Buenos Aires «L’atmosfera culturale lì è fantastica»
Lo scorso dicembre Mark e io abbiamo comperato un appartamento a Buenos Aires dove contiamo di vivere cinque mesi all’anno, quando i miei impegni universitari me lo consentiranno». Al telefono da Gainesville, dove insegna scrittura creativa all’Università della Florida, uno degli scrittori americani più «italiani», David Leavitt, racconta perché ha deciso di «tradire» il suo amato Paese d’adozione per il Sud America. «Adoro l’Italia e continuerò a visitarla», precisa l’autore di Ballo di famiglia e La lingua perduta delle gru, «Ma i prezzi delle case nelle vostre città sono ormai off limits per le nostre tasche. E quella di Mark e mia è una scelta anche culturale»… continua

I commenti alimentati da Disqus

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
728x90 Offerta Grecia