Post taggati catholic curch

Analisi. Una chiesa che frena il paese


L’ ufficiale pontificio con cui Goethe era in viaggio verso Perugia nell’autunno 1786 pose la domanda a bruciapelo: «A voi è permesso vivere in buona amicizia con una bella ragazza senza averla sposata? Lo ammettono i vostri preti?» Il poeta tedesco riportò nel Viaggio in Italia la propria risposta a Torquato Cesarei: «I nostri preti sono gente avveduta e non s’immischiano in codeste piccolezze. Naturalmente, se gliene chiedessimo licenza, non la concederebbero». Il capitano perugino esclamò allora: «Non avete dunque bisogno di chiederla? Beati voi! E dato che non vi confessate, essi non vengono a saperlo». Cesarei proseguì poi, secondo il racconto di Goethe, imprecando contro i suoi preti e cantando le lodi «della nostra beata libertà».

Libri. Dalla sessualità all’eutanasia, quando la Chiesa è contro


Si intitola La chiesa contro, è edito da Longanesi e sin dalla premessa ha un intento esplicito e ambizioso: “Fornire al lettore uno sguardo complessivo sul modo in cui alcuni paesi dell’Europa cercano di adattare la loro legislazione alle due grandi rivoluzioni degli ultimi decenni: quella dei costumi sessuali e quella biologica o bioetica”. Intento – vale la pena puntualizzarlo subito - pressoché raggiunto attraverso una curiosa ibridazione, che è la principale qualità del libro. La prima parte, a firma dell’ex ambasciatore Sergio Romano, è infatti una ragionata ed esaustiva rassegna storico-politica sul ruolo e sull’incidenza della Chiesa negli ultimi tre secoli e mezzo: si parte dalla pace di Vestfalia… continua

Mons. Anatrella: “omosessualità, piaga che colpisce soprattutto i giovani”


Le tante facce dell’anormalità: single, gay o sacerdoti?

Il cardinale Antonelli analizza la drammatica situazione delle famiglie italiane: “serve la guida dei religiosi”.
È preoccupato il cardinale Antonelli, e non potrebbe essere altrimenti. In una lunga intervista all’Osservatore Romano, il presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, elenca i fenomeni negativi che si stanno verificando quasi ovunque nel mondo: “matrimoni in diminuzione e celebrati in età più avanzata, aumento di divorzi, convivenze, single per scelta, relazioni omosessuali, calo delle nascite e nascite fuori del matrimonio, procreazione artificiale”. Sono questi i peccati più in voga nel nuovo millennio. Le cause della degenerazione del costume, a suo avviso, sono i preservativi, la ricerca dell’autorealizzazione attraverso il lavoro e la carriera, la secolarizzazione ma soprattutto l’ideologia del gender. Parole che non sorprendono, troppo spesso infatti vengono espresse da questi famosi pater familias, e tuttavia non cessano di fare male. Come quelle proferite da monsignor Anatrella (esperto del Papa sull’omosessualità e a suo tempo accusato di abusi sessuali nei confronti di un suo giovane paziente e con la la denuncia archiviata ndr), in un convegno sulla famiglia svoltosi a Brescia… continua

2012, i propositi della chiesa. Attacco ai gay per proteggere la famiglia

Famiglie protagoniste nella Chiesa e nella società
La preparazione dell’incontro internazionale di Milano; la realizzazione di un Catechismo delle famiglie per aiutare i genitori nella trasmissione della fede ai figli; la pubblicazione di sussidi per la preghiera in casa, anche per dare concretezza alla consegna di Benedetto XVI durante l’udienza generale del 28 dicembre: fare della famiglia «la prima scuola di preghiera». Sono alcuni significativi impegni che attendono nel 2012 il Pontificio Consiglio per la Famiglia. Ne parla in questa intervista il cardinale presidente Ennio Antonelli, tracciando un bilancio della ventesima assemblea plenaria, celebrata a fine novembre, nel trentennale dell’esortazione apostolica post-sinodale di Giovanni Paolo II e della nascita del dicastero stesso… continua

In passato il sistema romano è stato confrontato con il sistema comunista, quello in cui una persona aveva sempre l’ultima parola. Oggi mi chiedo se non siamo forse in una fase di ‘Putinizzazione’ della chiesa cattolica. Naturalmente non voglio paragonare il Santo Padre, come persona, con lo statista russo profano.
Ma ci sono molte somiglianze strutturali e politiche. Anche Putin ha ereditato un patrimonio di riforme democratiche. Ma lui ha fatto di tutto per invertirle. Nella chiesa, abbiamo avuto il consiglio, che ha avviato il rinnovo e la comprensione ecumenica. Anche i più pessimisti non avrebbero potuto immaginare che tali battute d’arresto sarebbero state possibili dopo.
La politica di restaurazione del Papa polacco, a partire dal 1980, ha reso possibile eleggere come Papa il capo della Congregazione per la dottrina della fede, una volta conosciuta come la Congregazione della romana inquisizione universale – ed è ancora una inquisizione, nonostante il nome nuovo”.
Hans Kung su Spiegel
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
728x90 Offerta Grecia