Post taggati gay

Clamoroso coming out per una stella di Hollywood


Sembra che sia in arrivo un grande coming out in America, che verrà ben sponsorizzato dai media, prima di essere ufficializzato dal diretto interessato. Uno dei più grandi siti di gossip made in USA, poche ore fa ha rivelato che secondo una fonte attendibile, infiltrata nel management di un noto artista statunitense, un grande nome di Hollywood starebbe per spianare il cammino al suo coming out.

“E’ quasi tutto pronto, il suo management sta per spianare la strada per il coming out, che avverrà tra diversi mesi. Loro vogliono che tutta l’attenzione dei media venga concentrata su questo evento, ma evitando di non perdere nemmeno una sola fans dell’artista e mgari guadagnando qualche fans del mondo gay. L’annuncio arriverà in contemporanea con l’uscita del nuovo prodotto di questa star, sarà un’enorme pubblicità e tutti parleranno di questo sai?!”continua

Pari opportunità. Ministro Fornero: c'è un ritardo mentale sul tema

gaynews24:

Prometto di tornare perchè oggi non riuscirò a rispondere a tutto. Vi ringrazio per il clima di apertura e condivisione su molte cose, ma anche di amarezza sul tema delle pensioni. E’ un’occasione di scambio della quale vorrò approfittare. Da solo un ministro delle Pari Opportunità non può fare…

Gioco di sguardi

Un corto gay che mostra due ragazzi come tanti che si scrutano sulla carrozza di una metropolitana. 

Dirsi gay in versi, l’ultimo modo per stupire l’America

L’editore Jonathan Galassi, superati i 60 anni confessa il suo amore omosessuale con la raccolta “Left-handed”
«Era di mezza età nel senso che il confine tra morte e vita in lui non era ancora chiaro. E all’improvviso ha intrapreso una svolta ingiustificata, impulsiva, convulsiva»
. Inizia così «Middle-aged», uno dei versi di Left-handed, la nuova raccolta di poesie firmate da Jonathan Galassi, salutata dai media americani come una sorta di outing ufficiale da parte del presidente ed editore della Farrar, Straus and Giroux nonché traduttore di Giacomo Leopardi.

Censurato “Spartacus”. Niente sesso gay per i gladiatori di Cielo

Non solo le scene di nudo (di cui ci siamo occupati la scorsa settimana) sono finite fra le forbici dei censori della versione di “Spartacus: sangue e sabbia” trasmessa da Cielo. Ieri sera, infatti, è andata in onda la quarta puntata dal titolo “Le fosse dell’Ade” che, come ampiamente suggerito da molte anticipazioni, fra le altre cose avrebbe anche dovuto svelare l’omosessualità di due personaggi. Il condizionale è d’obbligo perché gli indizi per identificarli sono stati molto pochi. Nella versione integrale (trasmessa in Italia solo sui canali satellitari) il tutto veniva svelato molto chiaramente quando, al ritorno nelle celle dopo il suo primo incontro nelle fosse…. continua

Inghilterra. Calcio, Joey Barton: mio zio è gay, “no” a omofobia

Il centrocampista: nessuno dei 5mila professionisti s Il centrocampista: nessuno dei 5mila professionisti si dichiarai dichiara
Il calciatore inglese Joey Barton ha deciso di guidare la lotta contro l’omofobia nel calcio: “E’ un argomento che mi sta molto a cuore perchè il fratello più giovane di mio padre, il più giovane dei miei zii, è gay. E non lo ho saputo per molto tempo”, ha rivelato al documentario della Bbc "Britain’s gay footballer", condotto da Amal Fashanu, nipote di Justin Fashanu, il primo calciatore di fama mondiale ad ammettere la propria omosessualità.

Unioni o matrimoni tra persone Lgbtq in Europa
Situazione legislativa in Europa. Blu: matrimonio omosessuale. Azzurro: unioni civili. Giallo: in discussione parlamentare. Grigio: nessun riconoscimento o dati non disponibili.

Unioni o matrimoni tra persone Lgbtq in Europa

Situazione legislativa in Europa. Blu: matrimonio omosessuale. Azzurro: unioni civili. Giallo: in discussione parlamentare. Grigio: nessun riconoscimento o dati non disponibili.

Onu. Ban Ki-moon in Africa difende diritti omosessuali


Ha scelto una platea ‘caldà, quella dei leader africani poco sensibili sui diritti civili, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, nel suo intervento in difesa degli omosessuali. Con il rischio di attirarsi delle forti critiche, Ban ha parlato al vertice dell’Unione africana in corso ad Addis Abeba in Etiopia sostenendo che la discriminazione sulla base dell’identità sessuale è stata “ignorata o perfino approvata da numerosi Stati per troppo tempo, e ciò ha spinto i governi a trattare le persone come cittadini di seconda classe, o perfino come criminali”. Il segretario Onu ha quindi chiesto di “combattere queste discriminazioni”, perchè ciò rappresenta “una sfida”, e ha avvertito che non si devono dimenticare “le idee della Dichiarazione universale” dei diritti dell’uomo, perchè “il futuro dell’Africa dipende anche dall’investimento nei diritti civili, politici, economici, sociali e culturali”… continua

Tendenze. Tutti i gay parlano di Lana Del Rey

Pare che non sei veramente gay, se non tiri fuori il nome di Lana Del Rey in ogni discorso, ma tipo anche quando non c’entra nulla. Il suo disco uscirà solo tra due giorni, ma i finocchi già lo hanno ascoltato da settimane e se non la nomini come fosse un intercalare, allora sei troppo fuori dai giri. - Oggi sono così scazzato, che sembro Lana Del Rey…! -.
I gay sono così; possono distruggere o consacrare qualsiasi personaggio e questo è il momento d’oro di Lana e non c’è una vera spiegazione; semplicemente l’hanno presa in simpatia e hanno iniziato a parlare di lei e l’hanno eletta a diva ancor prima che potesse far vedere di che pasta è fatta… continua

Libri. Se un detective gay ci fa innamorare dell’America anni ‘70

"Una nebbia fitta nascondeva alla vista il canyon chiuso su tre lati sul quale si affacciava una cittadina di nome Pima, in California. Pioveva, Non una pioggia intensa, ma incessante, grigia e tetra. Le chiome folte dei pini emergevano dai pini come presenze minacciose I platani allungavano bianchi rami contorti sopra il torrente". Non si direbbe l´incipit di un “noir”, anche se così l´editore lo definisce. E infatti il libro non è proprio “nero”, anche se contiene qua e là i suoi bravi elementi cosiddetti “hard boiled”.

Michael Stipe accusa YouTube di omofobia

L’ex cantante dei Rem attacca la cancellazione di un video di un cantante gay
Michael Stipe ha smesso di cantare ma non ha dimenticato il suo impegno in difesa dell’uguaglianza. L’ex cantante dei REM ha attaccatto il popolarissimo sito YouTube per aver vietato un video a causa di un abbraccio gay. Secondo Stipe YouTube si dovrebbe vergognare per quanto ha fatto, rimarcando come chi si sia nato nel ventunesimo secolo deve comportarsi come chi vive nel 2012. Il video del caso Stipe vs YouTube è stato appena realizzato dai Perfume Genius, il nome scelto da un cantautore di Seattle, Mike Hadreas, per le sue produzioni… continua

Ricatto omosessuale a Reggiolo. Arrestato 19enne


In manette un 19enne di Milano che ha minacciato dopo un rapporto sessuale un 31enne del paese della Bassa

Un 19enne è stato arrestato con l’accusa di tentata estorsione, dai carabinieri di Reggiolo, in seguito a una vicenda dai lati ancora poco chiari. Il giovane, un disoccupato residente a Milano, aveva conosciuto su una nota chat gay un 31enne disoccupato di Reggiolo. I due si sono poi incontrati a casa del reggiolese nella notte fra giovedì e venerdì scorso. Dopo aver… continua

Gay nigeriano torturato nel suo paese e rischia di essere rimpatriato dagli Usa


L’appello al presidente Obama dell’organizzazione per i diritti umani, EveryOne Group affinché le autorità Usa recedano dalla decisione di rimandare in Nigeria Becley Aigbuza, 28 anni, rifugiatosi in California, dopo aver subito in un carcere nigeriano sevzie e stupri. E’ accusato di aver chiesto una carta di credito sotto falso nome… continua

Storie. Sachsenhausen, il sacerdote con il triangolo rosa


Questa icona (“Santo Sacerdote Anonimo di Sachsenhausen” di Padre William Hart McNichols, un noto iconografo e sacerdote cattolico con sede in New Mexico) del sacerdote assassinato anonimo nel campo di concentramento di Sachsenhausen, Germania, nel 1940, si basa su una testimonianza oculare di Heinz Heger nel libro dal titolo “Gli uomini con il triangolo rosa”. “Vorrei concludere questa riflessione sulla vita matura di fede con la testimonianza oculare di un prete gay che è stato picchiato a morte in un campo di concentramento tedesco durante la seconda guerra mondiale perché si rifiutava di smettere di pregare. La storia è raccontata da Heinz Heger nel suo libro “Gli uomini con il triangolo rosa”, in cui si ricorda ciò che avvenne nel campo… continua

Stereotipi. “Lo giuro, da oggi sarò un gay da manuale”


Sesso, droga, nazismo, ragazzini. Ecco come alcuni vedono i gay. Contro i pregiudizi, un po’ di ironia

Sull’Huffington Post ci si è interrogati: come dovrebbe comportarsi un omosessuale per essere il gay che la politica e la società immaginano? Prima di partire col pezzo, è opportuno fare una precisazione: le parole che seguono non valgono solo per gli USA ma sono dedicate a tutti coloro che non sanno di cosa parlano, quando decidono di discettare sull’omosessualità. A scrivere è un gay, che cerca di seguire i “consigli” di chi evidentemente ne conosce sull’argomento più di lui. Si chiama Dominik Scudera, e ha avuto l’opportunità di ascoltare Bryan Fischer, il direttore… continua.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
728x90 Offerta Grecia