Post taggati prostituzione

Ad Altopascio il sindaco Marchetti contro le marchette femminili e maschili…

Dopo che molti cittadini si sono lamentati della aumentata presenza di prostitute nella zona di via Bientinese e di omosessuali nell’area del casello autostradale, l’amministrazione comunale di Altopascio sta preparando una ordinanza che inasprisce notevolmente sanzioni per chi si prostituisce e per chi usufruisce di queste prestazioni. L’ordinanza, che sta per essere firmata dal sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, è piuttosto complessa e inizialmente avrà certamente una fase sperimentale di sei mesi… continua

Marchette. Gay come secondo lavoro: licenziato


La Provincia di Verbania: tariffario per prestazioni sessuali pubblicato su un sito. Il dipendente ricorre: processo dal 10 luglio
Licenziato perché accusato di prostituirsi sui siti gay: il protagonista della vicenda è un dipendente della Provincia del Vco, il quale avrebbe effettuato “esercizio della attività di prostituzione con tanto di tariffario”. Ma il problema non sta tanto nella natura di questa attività (il dipendente comunque non conferma) bensì nel fatto che l’ente provinciale lo considera un secondo lavoro: “La Provincia - è scritto in una nota - ha ritenuto che il comportamento in questione contravvenesse ai doveri… continua

"Le Iene" tornano con Gassman e la giornata tipo di una trans che si prostituisce

Vacanze finite. Il 25 gennaio torna il programma di Davide Parenti, Le Iene Show. Un cult tra i giovani e non solo, si riconferma anno dopo anno un prodotto affidabile, anche in relazione agli ascolti. Parlare male delle Iene? Davvero non si può. Perché, soprattutto nell’Italia perbenista di oggi, il format di Italia1 rappresenta uno dei pochi baluardi contro la corruzione, che non guarda in faccia a nessuno e ha un unico scopo: indagare e cercare la verità. Ma non sempre è così. In alcuni casi Le Iene sposano, forse inconsapevolemente, quella voglia irrefrenabile dell’italiano medio di impicciarsi delle storie degli altri. C’è da domandarsi che senso abbia seguire un transessuale nella sua giornata tipo di prostituzione. Perché molto… continua

Bologna. Censimento di chi si prostituisce per fargli pagare le tasse?


Raccolti i dati su nome, nazionalità, alloggio e compensi medi. I carabinieri: “Servono per i controlli fiscali”

Come si chiamano, da dove vengono, dove abitano, da quanto tempo si prostituiscono e, anche, quanto guadagnano. Sono le domande di un modulo operativo, una sorta di questionario distribuito negli scorsi mesi alle “lucciole” sui viali di Bologna da parte dei carabinieri. Il `censimento´ però fa discutere: “Si tratta - sottolinea il Comitato per i diritti civili delle prostitute onlus, su quotidiani locali - di un abuso. Una schedatura, una violazione della legge Merlin”. Ma il comandante provinciale dell’Arma, colonnello Alfonso Manzo, difende l’iniziativa avviata… continua

Ragazzo ucciso a Vigevano, era in un giro di prostituzione

Si chiamava Edmond Shtjefni, aveva compiuto 32 anni lo scorso 10 dicembre e abitava ad Abbiategrasso (Milano) in una corte di piazza Castello il giovane albanese ‘giustiziato’ la scorsa notte in un locale di Vigevano (Pavia). Secondo i carabinieri di Vigevano che indagano sul delitto, la vittima, che aveva l’obbligo di firma presso la caserma dei militari di Abbiategrasso per una recente condanna per furto, si sarebbe messo in un giro di prostituzione. Ambiente in cui sarebbe maturato il delitto.

Le foto dei baci lesbo nel processo Ruby

lworld:

Udienza con l’ascolto di testimoni e il materiale sequestrato
Un’udienza soft-core. Il processo Ruby vede sfilare le testimonianze con i particolari più “indefiniti”, quelli su cui la battaglia per l’attribuzione del significato, tra accusa e difesa, è più netta. Libero racconta della…

Rimini, emergenza marchette. Ragazzi di strada, la prostituzione cambia volto


Il parcheggio di via Fantoni da luogo per scambisti a incontri mercenari omosessuali. Giovanissimi rumeni si vendono per poche decine di euro. Allarme tra i residenti.
 
Ragazzi di strada che ammiccano agli automobilisti che passano, non a caso, in via Fantoni: la prostituzione cambia volto ma non abbandona l’ormai tristemente famoso parcheggio, per anni luogo di incontro degli scambisti. Ora a vendersi per poche decine di euro ci sono giovanissimi ragazzi, quasi tutti rumeni, che non si nascondono alla potente luce gialla dei lampioni collocati proprio per illuminare a giorno l’area, ma si voltano se a rallentare è una donna al volante. Si possono incontrare ogni sera, e non aspettano che le serrande dei residenti siano abbassate; già alle 22.30 si mettono in strada, da soli o in coppia, ma nei fine settimana il “traffico” aumenta come ben sanno i cittadini che da due anni a questa parte hanno visto crescere il fenomeno, che si… continua

Coferenza Ecpat. Prostituzione minorile maschile: un tabù


Il tema al centro dei primi due giorni dell’assemblea mondiale di Ecpat International.

Il tabù della prostituzione minorile maschile e l’illustrazione del Protocollo Opzionale delle Nazioni Unite sono i temi che hanno catalizzato i primi due giorni dell’Assemblea di Ecpat International (in corso a Parigi fino all’11 novembre), come afferma Marco Scarpati, presidente di Ecpat-Italia. «È bello vedere centinaia di persone che operano quotidianamente per realizzare i nostri sogni e creare gli incubi ai pedofili e agli sfruttatori di bambini». Si è parlato infatti dei progressi in termini di sensibilizzazione… continua

Prostituzione al centro massaggi. E tra i clienti c’è anche un prete


Scoperto in flagranza con altri clienti. Prima ha finto un dolore muscolare, poi ha ammesso «che era lì per altro». Nella sua agenda i numeri di altri centri, in tutta Italia.

C’era anche un sacerdote tra i clienti di un centro massaggi, dove alcune donne si prostituivano, gestito da una cinese a Verona. La squadra mobile ha arrestato la titolare, una cittadina cinese 30enne, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Quando gli agenti sono intervenuti, hanno trovato quattro giovani cinesi, tutte in regola con il permesso di… continua

I ragazzini che si prostituiscono in strada a Milano: ecco chi sono e perché lo fanno.
La storia di Alessandro, 19 anni: arrivato dalla Romania con il sogno della moda e finito sui marciapiedi
Alessandro con i suoi diciannove anni appena compiuti è il ragazzo più giovane di quelli che si prostituiscono nella zona intorno a Piazza Trento di Milano. «Con questo lavoro puoi campare al massimo fino ai venticinque, ventotto anni» dice mentre osserva le macchine che passano e ripassano a passo d’uomo. «I clienti cercano solo ragazzi giovani e la prima cosa che ti dicono, abbassando il finestrino, è: quanti anni hai? Io rispondo sempre che ne ho diciotto, pur avendone uno di più, perché so bene quanto li eccita»… continua

Milano. Nel quartiere invaso dal mercato del sesso i transessuali fanno anche i posti di blocco

«Non se ne può più, non possiamo a tornare a casa tranquilli». Il grido d’allarme si alza dagli abitanti di via Principe Eugenio e via Mac Mahon. Al centro delle polemiche c’è il presidio permanente dei transessuali. «Qui in zona ci sono sempre stati, ma ultimamente la situazione è degenerata. Ce ne sono di più e iniziano prima a lavorare» racconta un’anziana abitante della zona. Da via Stilicone fino a piazza Caneva e poi, ancora, lungo via Cenisio e attorno alla rotonda di piazza Diocleziano. La zona è presidiata e, dopo gli abitanti, i primi a lamentarsi sono i gestori dei locali: difficile servire pizza e birra nei dehor mentre a pochi passi «lavorano» transessuali in tanga. «Non è esattamente uno spettacolo adatto alle famiglie – raccontano dal ristorante Pomodorino, in via principe Eugenio -. In questi ultimi mesi sono anche diventati più sfacciati: iniziano a… continua

Outlist. Sono una marchetta e io con uno di quelli in lista ci sono stato a letto assieme…

Riceviamo e pubblichiamo.

Ho 26 anni e vi scrivo da Roma  e non mi vergogno di dire che faccio marchette da quando ne avevo 20. Con uno dei nomi che sono stati messi nella lista pubblicata ieri ci sono stato a letto assieme e per un periodo di tempo abbastanza lungo è stato un mio assiduo cliente.

Il marchettometro: “La Repubblica” sbugiarda i numeri dell’Arcigay Nazionale.

I soci si chiedono: ‘perché Rebecca Zini è stata lasciata sola?’
“Ma come li assegnano i fondi ministeriali?” A chiederselo sono in molti, specie dopo i tagli del Governo ai servizi sociali e assistenziali per i cittadini, che dovranno confrontarsi con un Welfare e con una Sanità di qualità sempre peggiori. Gli interrogativi sorgono spontanei quando, leggendo gli ultimi comunicati dell’Arcigay, si apprende che l’associazione ha ricevuto circa 100mila euro dal Governo per somministrare 80 questionari a persone Lgbt e a 30 operatori per il progetto 'Approdi Negati': un’indagine sul mondo della prostituzione gay e trans in alcune importanti città italiane.

Scandalo in Usa. Deputato repubblicano anti-gay porta in hotel un ragazzo 18enne.

Philip HinkleIl politico, Phillip Hinkle (a fianco), repubblicano e anti gay, avrebbe risposto a un annuncio online del giovane “per un compenso dai 50 dollari in su in base all’andamento della serata” Il 64enne Phillip Hinkle, repubblicano membro della Camera dei Rappresentanti dell’Indiana, è il protagonista dell’ennesimo scandalo sessuale tra i politici americani.

Hinkle è accusato di avere risposto a un annuncio su Craigslist, un sito di compravendita americano, pubblicato dal 18enne Kameryn Gibson, e di averlo invitato a passare la notte di sabato in hotel con lui “per un compenso dai 50 dollari in su in base all’andamento della serata, con la colazione offerta da lui”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
728x90 Offerta Grecia